Il Territorio della Sardegna

La Sardegna e il suo Territorio

La Sardegna , dopo la Sicilia, la seconda isola pi grande per estensione in tutto il Mediterraneo: separata dall'Italia di cui costituisce una regione dal Mar Tirreno mentre separata dalla Corsica dalle Bocche di Bonifacio; la sua superficie supera i ventimila chilometri quadrati su cui si stanzia circa un milione e mezzo di abitanti.

La Sardegna, acquisendo una posizione centrale nel Mediterraneo, stata soggetta a diversi popoli di navigatori come i Fenici, gli Spagnoli, i Genovesi e i Cartaginesi, ed stata oggetto di continui tentativi di conquista e scorribande.

Interessante il paesaggio della Sardegna perch particolarmente vario: altopiani e gruppi sparsi qua e l che si susseguono in maniera irregolare danno vita al rilievo sardo il cui massiccio principale il Gennargentu, culminante nella Punta La Marmora; la supremazia della montagna la si denota nella parte orientale dell'isola mentre quella della collina nella zona occidentale con la sua struttura complessa e variegata.

La pianura maggiore quella del Campidano che si allunga nella parte sud-occidentale della Sardegna per un centinaio di chilometri; trova sbocco finale verso il mare, nel Golfo di Oristano.

Se comprendiamo anche le isole minori, le coste della Sardegna raggiungono una lunghezza che sfiora i duemila chilometri. Le coste hanno sviluppo irregolare, specialmente quella meridionale e settentrionale rispettivamente con il Golfo dell'Asinara e von il Golfo di Cagliari.

Proprio la natura composita della Sardegna, le sue coste e il mare cristallino rendono quest'isola una delle mete turistiche e balneari di maggior rilievo; il clima mediterraneo insulare e mite, le sue spiagge e l'efficienza delle strutture ricettive collocano la Sardegne e le isole minori che a essa appartengono ai primi posti della classifica delle localit pi frequentate dai turisti nella bella stagione.